emilia-romagna

Piazza Aldo Moro, 64 - terzo piano - 40129 Bologna - Tel. 051 6338901 - Fax 051 553202
mail: segreteria@legautonomie-er.it

       
archivio
     


GENNAIO - FEBBRAIO - MARZO 2015

Riforme, Filippeschi: "Avremmo voluto equilibrio fra Regioni e Comuni nel nuovo Senato, ma riforma è comunque passaggio positivo"
“Il voto della Camera è un altro passaggio positivo. Condividiamo i risultati della riforma, che si accompagna ad un intervento correttivo del Titolo V e che dovrà completarsi con una forma di governo più razionale. La battaglia che ha distinto Legautonomie raggiunge un obiettivo fondamentale”. Così il presidente nazionale di Legautonomie Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, commenta il voto favorevole dell'Aula della Camera al ddl Boschi.
continua


18 marzo 2015
Riorganizzazione PA, Senato: nuove modifiche in Commissione
Sul ddl di riforma della PA, la Commissione affari costituzionali del Senato ha approvato modifiche agli articoli 6 e 7. L’Aula ha incardinato il provvedimento nella giornata di martedì 31 marzo.

continua



18 marzo 2014
I° CONVEGNO NAZIONALE DEI DIRIGENTI DEGLI UFFICI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI
Giovedì 26 marzo 2015 Dalle 9,00 alle 17,30 Sala Terza Torre Viale della Fiera, 8 - Bologna
ulteriori informazioni


18 marzo 2015
Nuovo quadro ISEE, contrasto della morosità, avanguardia nelle gestione dei servizi scolastici
ANCI e Legautonomie Emilia-Romagna in collaborazione con CIVIS presentano il corso di formazione Nuovo quadro ISEE, contrasto della morosità, avanguardia nelle gestione dei servizi scolastici Bologna, mercoledì 25 marzo 2015 dalle ore 9,45 alle 13,30 Aula Magna della Regione Emilia-Romagna Viale Aldo Moro, 30 - Bologna
ulteriori informazioni


16 marzo 2015
Gioco d'azzardo, Fioroni (Legautonomie): "Decreto sia condiviso con enti locali"
"Abbiamo raccolto dai comuni la richiesta di parlare e di fare qualcosa insieme sul gioco”. Lo sottolinea Angela Fioroni di Legautonomie Lombardia, a seguito dell'incontro con il sottosegretario Baretta, per discutere del decreto sul gioco d'azzardo che entro due settimane verrà consegnato alle Commissioni parlamentari, e che entro giugno dovrebbe essere approvato definitivamente dal Governo. “Riscontriamo in maniera positiva il fatto che il Governo consideri questo tema come di priorità sociale. Quindi è difficile scindere gli effetti economici da quelli sociali del gioco, per tale motivo la nostra richiesta è di andare a verificare le caratteristiche di questa 'impresa di stato'
continua



23 Febbraio 2015

ACCREDITAMENTO SOCIO SANITARIO:IMPORTANTE ORDINANZA DEL CdS A FAVORE DELL’UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSAROMAGNA

In data 12 gennaio 2015 la Coop. Sociale In Cammino, in proprio e quale capogruppo mandataria in a.t.i. con Cooperativa Sociale Ancora Servizi, Cooperativa Sociale il Cerchio, Cooperativa Sociale il Solco, Cooperativa Sociale Zerocento, rappresentati e difesi dall'Avv. Antonino Morello dello studio legale Roversi Monaco-Morello-Pittalis, avevano presentato appello avverso l’ordinanza cautelare del TAR Emilia Romagna n. 607/2014, ordinanza nella quale si era riconosciuto, per un verso, che il termine del 31.05.2014 previsto dalla DRG n. 1828/2013 della Regione Emilia Romagna in tema di accreditamenti definitivi in campo socio-sanitario non ha carattere perentorio e decadenziale bensì meramente ordinatorio infra-procedimentale, per l’altro, che la motivazione dell’atto di diniego dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna all’istanza di accreditamento definitivo presentato dalla cooperative ricorrenti, con riferimento ad alcuni servizi per i quali gli atti di programmazione territoriale prevedevano la concessione dell’accreditamento definitivo all’ASP della Bassa Romagna, è sufficientemente specifico. Con ordinanza n. 787/2015 la Sezione Terza del Consiglio di Stato ha respinto l’appello, accogliendo l’impostazione prospettata dalla Unione dei Comuni della Bassa Romagna, patrocinata dal Prof. Avv. Andrea Maltoni, secondo cui sussiste una evidente connessione tra gli atti aventi un contenuto di programmazione territoriale del settore ed il rilascio degli accreditamenti definitivi.
Vai al testo dell'ordinanza


Le risorse degli enti locali, la nuova local tax e il riordino delle funzioni
Il 13 e 14 febbraio il congresso nazionale di Legautonomie a Firenze Quello che doveva essere un assetto definitivo della fiscalità immobiliare locale si è in realtà rivelato una ennesima fase di passaggio del travagliato capitolo della finanza locale, che ormai segue un percorso del tutto scollegato da quello tracciato con i decreti attuativi della legge sul federalismo fiscale. L'introduzione dell'IUC non ha certo entusiasmato i Comuni e l'aggrovigliato complesso di aliquote prodotto ha allontanato dal contribuente l'idea di un'innovazione nel segno della trasparenza e dell'equità fiscale. L'introduzione della nuova tassa locale sugli immobili, ormai rinviata al 2016, avrebbe dovuto correggere i difetti della TASI e restituire ordine e progressività all'imposta; se da un lato essa riprende una storica proposta di semplificazione e di unificazione dell'imposizione immobiliare, dall'altro lato però la sua messa a punto si rivela complessa e con ancora molte incognite sul versante delle risorse.
continua...


22 febbraio 2015
ANCI e Legautonomie Emilia-Romagna presentano il corso di formazione "Le società partecipate dagli Enti Locali: opportunità, vincoli, criticità e scadenze"
Lunedì 2 marzo 2015 dalle ore 9,30 alle 13,30 Aula Magna Regione Emilia-Romagna, Viale Aldo Moro 30 - Bologna
La partecipazione al seminario è gratuita Obiettivi
vai al programma


23 Gennaio 2015
Milleproroghe. Camera, emendamenti
Sul decreto-legge di proroga di termini, presso le Commissioni riunite affari costituzionali e bilancio della Camera sono state presentate circa 1.100 proposte emendative. (AC. 2803 – c.d. DL Milleproroghe).
continua...


23 Gennaio 2015
La lenta agonia delle Province
La legge di stabilità ha inferto un colpo mortale al processo di riordino delle province "Ciò che si temeva sta accadendo. Dai primi inquieti segnali che turbano il mondo delle istituzioni, il 2015 sembra profilarsi non come un anno della riforma delle amministrazioni locali in attuazione della legge Del Rio, bensì come l’inizio di una lunga agonia che può condurre all’estinzione delle province per soffocamento. E’ avvenuto infatti che con l’entrata in vigore della legge di stabilità si è verificato un clamoroso contrasto di norme che denota l’assenza di un’adeguata azione di coordinamento legislativo da parte del Consiglio dei ministri, che blocca la riforma e che conferma l’illusione di realizzare riforme sostanziali a costo zero". In allegato l'articolo di Mario Collevecchio su legge Delrio e riforma delle province, uscito su Italia Oggi venerdì 23 gennaio.

"La lenta agonia delle Province", di Mario Collevecchio - Italia Oggi - 23.01.2015 ( 872,27 kB )


20 gennaio 2015
Riorganizzazione PA, Senato: nuovi emendamenti
Come preannunciato, in Commissione affari costituzionali del Senato il relatore sul disegno di legge di riforma della pubblica amministrazione, Pagliari (PD), ha illustrato gli ulteriori emendamenti presentati (5.500, 8.500, 11.500, 14.500 e 15.500, nonché l'ordine del giorno n. 8). E' stato fissato alle ore 13 di giovedì 29 gennaio il termine per la presentazione di eventuali subemendamenti a tutti gli emendamenti del relatore.
continua....


20 Gennaio 2015
Milleproroghe. Camera, termine emendamenti
Presso le Commissioni riunite affari costituzionali e bilancio della Camera scade alle ore 15 del 20 gennaio il termine per la presentazione degli emendamenti al ddl di conversione in legge del decreto-legge n. 192/2014, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative (AC. 2803 – c.d. DL Milleproroghe).
continua...


20 Gennaio 2015
Commissione UE: linee guida Patto stabilità
La Commissione europea ha presentato oggi nuove linee guida dettagliate su come intende applicare le norme vigenti del Patto di stabilità e crescita per rafforzare il collegamento tra riforme strutturali, investimenti e responsabilità di bilancio, a sostegno dell'occupazione e della crescita. Le linee guida che la Commissione applicherà d'ora in poi perseguono tre finalità principali: • incoraggiare l’attuazione effettiva delle riforme strutturali; • promuovere gli investimenti, segnatamente nel contesto del nuovo Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS); • tenere maggiormente conto del ciclo economico nei singoli Stati membri.
continua...


20 Gennaio 2015
Corte dei conti: esercizio finanziario 2013 degli enti territoriali
La Corte dei conti nella relazione sulla gestione finanziaria per l'esercizio 2013 degli enti territoriali segnala come ci siano dei riscontri positivi nella gestione amministrativa delle Regioni. Inoltre evidenzia come le Regioni siano state penalizzate dai tagli derivanti dalle manovre economiche nel corso degli ultimi anni, con una consistente riduzione delle risorse per i servizi sanitari essenziali, e come quelle meridionali risultino aver subito più ricadute negative. Tagli che così mettono a rischio la stessa qualità dei servizi sanitari.
continua...


16 Gennaio 2015
Il nuovo perimetro delle società partecipate secondo la legge di stabilità

I commi 611 e 612 della legge di stabilità per il 2015 disciplinano i criteri informatori e i modi attraverso i quali gli enti locali (ma anche le regioni, le camere di commercio, le università e le autorità portuali) sono chiamati a razionalizzare le proprie partecipazioni societarie, sul fondamento del quadro ordinamentale vigente e d’indicazioni specifiche che nel loro complesso si propongono di dare contenuto normativo alle valutazioni già predisposte dal commissario Cottarelli in tema di spending review. Le indicazioni specifiche attengono a un utilizzo ancora più rigoroso dello strumento societario e al procedimento che gli enti dovranno seguire. Pubblichiamo in allegato l'ultimo articolo del professor Giuseppe Farneti sul nuovo perimetro delle società partecipate secondo la legge di stabilità.
Il nuovo perimetro delle società partecipate secondo la legge di stabilità - di G. Farneti ( 165,68 kB )